Medaglia d’Onore a Domenico Iacopini

Un anno fa ho ricevuto la medaglia d’onore conferita a mio padre, Domenico Iacopini.

IL 27 Gennaio 2016, in occasione della giornata della memoria, il Prefetto di Ascoli Piceno mi ha consegnato la Medaglia d’Onore, conferita a mio padre per essere stato internato in campo di prigionia in Germania, dal quale fuggì. Dopo diverse peripezie riuscì a tornare a Monte Giberto (FM), per poi rientrare in servizio nei Carabinieri.
1

DOMENICO IACOPINI nacque a Monte Giberto, oggi provincia di Fermo, il 27-5-1913, ultimo di una numerosa famiglia di contadini.

Fu arruolato per diventare Carabiniere il 29 maggio 1933. Successivamente venne destinato in Sardegna alla Legione Cagliari.  Il 28 giugno 1942 venne assegnato al  7° Battaglione mobilitato e partì per l’isola di  Cefalonia (Grecia). Durante il viaggio un altro Carabiniere gli chiese di potersi ricongiungere con un familiare a Cefalonia e gli propose lo scambio con l’isola di Itaca (vicino Cefalonia), dove vi era una caserma con 30 Carabinieri.  Dopo l’8 settembre 1943 e l’eccidio di Cefalonia, i Carabinieri di Itaca vennero catturati dall’esercito tedesco e deportati in Germania.

2 3

Internato in un campo di prigionia per militari, fu assegnato ai lavori pesanti, in una fabbrica metallurgica. A fine gennaio 1945 fuggì dal campo di prigionia e solamente ai primi del mese di maggio arrivò a Monte Giberto, dopo diverse peripezie.

Ho dovuto lavorare molti anni (circa 10) per ripercorrere tutte le tappe della sua vita e così ho intercettato un’associazione di Militari Internati dalla quale ho appreso della possibilità di richiedere la Medaglia d’Onore al Presidente della Repubblica per Mimo che è stato deportato e internato nei lager nazisti.

Il lungo lavoro di raccolta di documentazione e la scrittura e riscrittura della storia di Mimo sono terminati. Finalmente il libro è andato in stampa e presto lo avremo materialmente in mano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *